La Premier League rimuove gli sponsor di scommesse dalle maglie

West Ham, Everton, Fulham, Bournemouth, Brentford, Leeds, Newcastle e Southampton sono le 8 squadre di Premier League che hanno siti di scommesse come main sponsor: Betway, Stake.com, W88, Dafabet, Hollywoodbets, SBOTOP, FUN88, Sportsbet.io. Quelli di West Ham ed Everton sono i più onerosi, il Newcastle invece sembra invece averci fatto l’abitudine: qualche anno fa sono passati da Wonga a FUN88, con i secondi che hanno offerto £1 milione in più a stagione. Ma qualcosa, in Premier League, si è mosso: esattamente come in Liga e in Serie A, le squadre hanno deciso in maniera unanime che gli sponsor di scommesse saranno bannati dalle magliette da gioco, con l’obiettivo di dare una frenata non indifferente alla pubblicizzazione del gioco d’azzardo.

Comunque, per il momento, si tratta solamente di una limitazione: il branding di questi marchi potrà continuare a comparire nella zona delle maniche della maglietta, decisamente meno visibile, e la decisione entrerà in vigore a partire dalla stagione 2025/2026: questo temporeggiamento aiuterà i marchi a prendersi del tempo per concludere i rapporti con gli attuali sponsor e per instaurarne di nuovi, con le squadre che potranno peraltro chiudere nuovi deal con marchi di scommesse per le prossime due stagioni, ammesso che poi vengano conclusi entro l’inizio del 2025. Si tratta di una svolta importante non solo per il mondo del calcio, quanto dello sport in generale, con la Premier League che si afferma la prima lega professionista ad avanzare una decisione di questo genere.